4 Dicembre 2017 Alberto

Export finalmente

Leggo con piacere questa notizia di come SIAIE (Societa’ Italiana degli Autori ed Editori) si sia strutturata per allargare i propri confini.

“Lo scorso 14 novembre SIAE ha lanciato ufficialmente l’Italia Music Export, il primo ufficio italiano per supportare la diffusione della musica italianaoltre i confini nazionali e sostenere le aziende che operano nel settore. Nelle parole della ex direttrice di Rockit Nur Al Habash che lo ha ideato e lo gestisce, “non siamo molto informati a riguardo, ma in tutti i paesi (sia europei che extra europei) ci sono degli uffici di esportazione musicale che lavorano a pieno regime. La maggioranza sono nati nei primi anni duemila, e finalmente ci siamo arrivati anche noi”. ( Wired )”

Per ora noi cercheremo di essere pronti per sfruttare questa possibilità. Ognuno faccia la sia parte.

Noi la vediamo cosi : dal basso, organizzata, originale e professionale. Un sistema che crea fiducia e chiede fiducia.

Sempre nell’articolo .

“Per finire, presenteremo al pubblico l’Italia Music Export con una conferenza ad-hoc il prossimo 24 novembre alle ore 11.00 e subito dopo discuteremo di esportazione musicale con altri export office europei. Guardando ancora più in là, stiamo finalizzando in questi giorni le call per finanziamenti che saranno diffuse ad inizio gennaio: sarà un modo semplice e veloce di avere un contributo economico e spero sia davvero d’aiuto a molti musicisti italiani”

.

 

Interessa condividere e seguirci?
Tagged:
  • Send email