2 Settembre 2017 Alberto

La musica oggi.

L’argomento è complesso ma qualcuno dovrà pure provare ad affrontarlo.

Partiamo da una considerazione. Che valore ha oggi ascoltare e fare musica ?

Domanda con una infinità di risposte. Ognuno dica la sua.

Io dico la mia. sempre con un punto interrogativo, filosofico.

La diamo per scontata? credo di si. Non uso la parola gratis.

La consumiamo come un prodotto ( al massimo che non inquina ) . usa e getta.

La produciamo come produciamo tutto. Con cicli di produzioni molto vicini a quelli manufatturieri con tutti gli annessi . NIENTE DI NUOVO e devo dire neanche preoccupante, era quello che si voleva.

Ma qualcosa sta succedendo. Buone notizie.

Buone nuove e ancora qualche dubbio, come sempre :

  • Grandi musicisti possono essere anche grandi persone e attivare iniziative (concerti) a scopo umanitario . Vedi i soli Radiohead Tom Yorke e John Greenwood a Macerata ( Luglio 2017 per aiutare il territorio delle Marche distrutto dal terremoto ) . Ho notato che la band ha proprio un “ramo d’azienda”. Generosità e talento. Musica e solidarietà.

  • Eventi e territorio : Risorgi Marche. Un esempio virtuoso di come la musica e gli artisti possano essere coinvolti per attivare nuove forme di “attenzione attiva”. La Regione Marche ha l’obbiettivo di NON perdere turismo ed indotto CAUSA recente terremoto. Scoprire il territorio attraverso eventi musicali “esperienziali” e direzione artistica di qualità. Obbiettivo raggiunto.
  • Il sud dimenticato : Calitri (BN) e lo SPONZ Festival . Sud dimenticato che attraverso l’evento musicale ( qui i dettagli ) riesce dopo 4 anni a riattivare una antica e dismessa linea ferroviaria secondaria. Grazie a Vinicio Capossela e a tutti i cuori presenti.  Musica e riscoperta di identità territoriali.
  • Eccellenze Italiane e musica leggera  : Arena di Verona / Zucchero. : 20 date!  internazionalizzazione della musica italiana ai massimi livelli. Si può fare anche per i piccoli/medi centri ?

Dubbio ? eccolo.

E il concerto del 1° maggio , la festa dei lavoratori ? Come sta ?

  • sempre meglio che niente ma non credo che il “concertone” non abbia più la forza di attivare cambiamento e aumentare conoscenze sul mercato del lavoro OGGI e meno ancora in FUTURO.
  • Il rischio di stordire e ripetere slogan è sempre in agguato.
  • Il mestiere del musicista è in Italia un NON mestiere. Difficile essere veicolatori di fiducia, non credete.
  • comunisti con il rolex ( Fedez + Jax )  è un messaggio politico MOLTO più forte dello statuto dei sindacati.
  • ha una concorrenza sul terreno dell’apertura e inclusività. San Precario a Taranto.
  • E’ una ottima occasione per trovarsi e conoscersi. Gratis?

Il Festival di SAN REMO : una sfida. Se vi chiedo chi a vinto tre anni fa (2015) nessuno si ricorda . DUBBIO. Gli unici che ci guadagnano sono le agenzie pubblicitarie che gestiscono gli sponsor TV.

 

 

 

 

 

condividi con piacere

  • Send email